I 3 motivi per cui devi seguire il mio blog

Ciao e benvenuto nel mio blog, ora ti spiegherò perché devi seguire il mio blog e lo farò in 3 punti.

1. Programmazione

Ho lavorato per anni nel mondo del web cominciando con PHP e MySQL, poi mi sono spostato sul frontend utilizzando Javascript (principalmente jQuery) e ora sto utilizzando Java con le Java Server Faces. Tuttavia oltre agli ovvi motivi di lavoro, mi piace sperimentare nuove tecnologie e cercherò di portare delle guide sia sugli argomenti che conosco bene, sia su quelli a cui sto mettendo mano per la prima volta.

2. Calcio

Amo il calcio a 360º, da quello giocato (sono gobbo, non volermi male) a quello parlato, specialmente legato al mercato dei trasferimenti. All’estero seguo il Tenerife perché è dove ho vissuto e lavorato per più di un anno e ci sono rimasto affezionato. Inoltre, finché saranno in attività, seguirò le rispettive squadre di Ibrahimovic e Ronaldo, due degli idoli adolescenziali che ancora giocano.

3. Videogiochi

Ogni anno acquisto Football Manager (ormai dal 2009 nella mia libreria di Steam), mentre saltuariamente faccio entrare in casa FIFA, la cui prima versione per me è stata quella del ’98 con la modalità Road to World Cup e la celebre canzone Song 2 dei Blur che ancora persiste nelle mie varie playlist.

Oltre il mondo del calcio ho giocato alla serie Assassin’s Creed fino a Unity e reputo il secondo capitolo il migliore, ambientato a Firenze. Impossibile non menzionare GTA, per la prima volta sulla mensola con Vice City, mentre sempre della Rockstar Games ho giocato a L.A. Noire e Red Dead Redemption, di cui aspetto impazientemente il seguito.

Bonus track

Chiudo con la chicca. Unendo i tre mondi che più mi rappresentano sto progettando e sviluppando in totale autonomia un videogioco gestionale calcistico, che provvisoriamente ho chiamato Football Simulator. Ti terrò aggiornato sull’andamento dello sviluppo qui sul mio blog.

Non mi resta che augurarti una buona permanenza e non dimenticarti di mettere mi piace alla mia pagina Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *